Home

Italiano

La regina Santarosa conquista la città dei Re

View Gallery

Divulgarne il culto e farne conoscere i sapori e la tradizione nel mondo. Questa era la sfida ambiziosa partita qualche anno fa, una storia che si è arricchita progressivamente di capitoli "dolcissimi", passando per un' esaltante edizione 2017 del Santarosa Pastry Cup al quale abbiamo legato il nostro nome, fino ad arrivare all'appuntamento di Gourmet Torino dove in tantissimi incredibilmente si sono messi in fila per studiare i segreti della sfogliatella di Conca dei Marini.

Il tutto sotto la regia attenta e ispirata del Gambero Rosso. In una kermesse dove l'agorà allestita dal Gambero era stata calcata pochi minuti prima da personaggi del calibro di Carlo Cracco, Igles Corelli, Peppe Guida, Gino Sorbillo e Iginio Massari, è stato davvero emozionante cogliere le espressioni di meraviglia e ammirazione dei gourmand piemontesi, molti dei quali probabilmente prima di questo appuntamento non immaginavano nemmeno lontanamente quante gustose evoluzioni della sfogliatella esistessero nella tradizione campana.

E allora giù con la storia del Monastero di Conca dei Marini, il luogo magico a picco sul mare dove vide la luce nel 1600 la Santarosa e ancora l'importanza della scelta di materie prime di qualità, ancora meglio se espressione del proprio territorio, che mai come nella realizzazione di questa ricetta giocano un ruolo fondamentale per poter fare la DIFFERENZA.

Così come è stato bello interagire con loro nel momento più spettacolare della nostra prestazione, quando i tappi di sfoglia appena tagliati e sapientemente unti con lo strutto sono stati farciti e modellati per ottenere la tradizione forma della Santarosa.

Fino a giungere al momento sicuramente più appagante per il nostro pubblico, quando le profumatissime sfoglie appena sfornate sono state decorate con il classico rosone di crema pasticciera e le amarene e sono state servite agli appassionati che avevano seguito il corso dagli allievi di Città del Gusto di Torino.

Si conclude in dolcezza dunque questa bellissima esperienza, un altro capitolo della storia che ci lega alla regina Santarosa è stato scritto, noi continueremo a lavorare con passione e professionalità nella consapevolezza che ci aspettano ancora tanti traguardi da tagliare.